unnamed

ARROSTO IN CROSTA

Questa è un mio cavallo di battaglia. E’ una ricetta che cucino da 25 anni e mi viene sempre bene.

Questo vuol dire che è una ricetta super testata e se vi dico che viene, credetemi. Anch’io sono

rimasta stupita di me stessa la prima volta.

Anche Corradino, mon amour, riconosce la ricetta dall’odore e pare che, dopo averla mangiata, mi

voglia ancor più bene, (misteri della cucina).

Io ho sempre avuto il pallino della cucina, ma soprattutto volevo provare, sperimentare, azzardare.

Consigli non ne volevo da nessuno, e anzi mi offendevo se qualcuno osava darmi qualche

suggerimento.

Mia mamma ha pensato bene di farmi un abbonamento a una rivista di cucina. Era in fascicoli

settimanali. Tanto per darmi un aiuto senza farmelo notare. E’ stato un amore a prima vista. Ho

iniziato a provare e mi sono accorta che le ricette erano perfette: giusti gli ingredienti, perfetti i

tempi di cottura, e le spiegazioni erano semplici e specifiche per ogni passaggio.

Una delle prime ricette testate è proprio questa.

Ingredienti:

Due filetti di maiale;

Gr. 100 di pancetta;

Nr. 2 filetti di acciuga;

Nr. 2 spicchi d’aglio;

Nr. 02 cucchiai di senape;

Dragoncello;

1 cucchiaino di erbette (salvia, rosmarino, timo, maggiorana)

Gr. 400 di Pasta sfoglia;

Un tuorlo d’uovo;

2 dl di sherry secco; 1 dl e ½ di panna da cucina; 1 cucchiaino di Worcester sauce.

Sale – pepe – olio – burro.

Mettere olio e burro in una casseruola assieme all’aglio e far soffriggere. Tritare finemente i filetti

di acciuga e aggiungerli nella casseruola. Mischiate il trito di erbette insieme alla senape e al

dragoncello, al sale e al pepe e con questo composto spalmare con un pennello i filetti di maiale da

tutte le parti.

(Piccolo trucco: io spalmo un lato e i laterali, poi lo metto nella padella con il lato spennellato di

senape sul fondo, così mi resta solo un lato in alto da spennellare senza fatica e senza sporcare tutto)

Aggiungere i filetti di maiale nell’olio e burro e fateli colorire uniformemente. Quando tutti i lati

sono dorati coprire la padella e lasciar cuocere per mezz’ora, a fuoco basso, stando attenti di non

bruciare il fondo.

A cottura ultimata togliere i filetti e metterli in un piatto a raffreddare.

Nel frattempo stendere la sfoglia e adagiare sul fondo delle fette di pancetta. Adagiare i filetti quasi

freddi e ricoprirli con altre fette di pancetta.

Chiudere i filetti bene bene i filetti con la sfoglia.

Piccolo chiarimento: un filetto di maiale non è molto grande. Se piccolino, quindi può bastare per 3

persone.

Due filetti sono necessari per una cena con 6/8 persone. Potete provarne a farne uno dividendo le

dosi a metà oppure cucinarne due e metterli nella sfoglia assieme o in due sfoglie separate.

Mettete la carta da forno su una teglia da forno, ungerla leggermente con un po’ di burro e adagiarvi

sopra i filetti nella sfoglia.

Con un coltello incidete delle losanghe in cima al bauletto per permettere all’umidità di uscire e

spennellare la superficie con il tuorlo d’uovo.

Coprire con un foglio di carta alluminio e infornare in forno caldo a 180 gradi per 40 minuti.

10 minuti prima della fine della cottura riprendere la padella del soffritto e deglassare il fondo

con lo sherry. Lasciarlo evaporare a poco a poco sino a ridurre il tutto a metà del volume; poi

incorporare la panna, rimescolare e unire la Worcester sauce. Fare sobbollire per un minuto togliere

dal fuoco e filtrare la salsa con un colino direttamente in una salsiera.

Togliere l’arrosto dal forno e servirlo in tavola con la salsa di accompagnamento.

Avrete un po’ di difficoltà a tagliarlo senza distruggere cotanta bellezza, per questo vi consiglio di

portarlo intero e appena sfornato in tavola per lasciare a bocca aperta i vostri commensali.

Tagliarlo quindi a fette e cospargere sopra la salsa.

Fatemi sapere cosa diranno dopo averlo mangiato.

Buon appetito,

Teresa Coradazzi