625565_4795837299208_1599282065_n

UOVA PASQUALI INFAGOTTATE ALLA CARDINALE

 

DOSI:
Un uovo a testa;
Due olive nere a testa;
Tre capperi a testa (i miei sono quelli originali di mia suocera dalla Puglia: piccoli e saporitissimi);
Un cucchiaino di tonno a testa;
Un cucchiaino da caffè di maionese scarso a testa;
Una fettina di prosciutto cotto a testa;
Due fettine d’insalata a testa;
Della pasta sfoglia rettangolare;
Sale – pepe – olio
Gr. 80 di prosciutto Coradazzi San Daniele
Le dosi sono indicate per una persona, è così più facile dosare gli ingredienti secondo le persone invitate a cena.

Un uovo per colorare la sfoglia alla fine, prima di infornare i Fagottini.

PROCEDIMENTO:

Innanzitutto lessare le uova. Io le lesso in anticipo, così non devo perdere tempo nell’attesa che si raffreddino.
Dividere le uova lesse a metà, togliere il tuorlo e metterlo nel mixer assieme alle olive, i capperi, al tonno e alla maionese. Mixare bene il tutto. Aggiungere un filo di olio, controllare il sale e aggiungere un pizzico di pepe. Bisogna stare attenti alla salinità dei capperi e al sapore delle olive. Per questo, prima di salare e pepare, è indispensabile assaggiarlo e poi suddividere e riempire, con un cucchiaino, il composto nelle uova e ricomporle.
Avvolgere l’uovo in una fettina di prosciutto cotto e poi avvolgere l’involtino nella fetta di insalata.
E ora viene il bello…
Prendere e srotolare la pasta sfoglia rettangolare e dividerla in quattro parti.
Con un po’ di farina e un mattarello allargare e assottigliare ¼ di rotolo di sfoglia. Tagliare con il coltello una piccola strisciolina di sfoglia e tenerla da parte.
Prendere l’involtino di uovo/prosciutto/verdura metterlo nel mezzo della sfoglia e chiudere il fagottino con la striscia di pasta sfoglia in precedenza tagliata cercando di dargli una forma più presentabile possibile. (La mia intenzione era quella di dare la forma delle uova pasqua, ma questo è stato il miglior risultato ottenuto…)
Mettere della carta da forno su una placca e depositare sopra i fagottini. Rompere un uovo in una scodellina, sbatterlo brevemente con una forchetta e spennellare i fagottini.
Tutto in forno ventilato a 180° per quindici minuti.

E il prosciutto crudo Coradazzi San Daniele?
Non può e non deve mancare sulla tavola di chi apprezza la buona cucina! Anzi, io consiglio addirittura di mangiarlo mentre si cucina come premio di consolazione per il lavoro che ogni cuoca/mamma/moglie “cenerentola” di casa si merita. E’ il minimo!

Ma perché si chiamano “Uova Infagottate alla Cardinale”?
Ve lo svelerò nella storia di questa ricetta.

Sinceri auguri di buona e serena Pasqua,
di cuore
Teresa Coradazzi