Peperoni in agro, per voi una ricetta sfiziosa

Peperoni in agro e olio
Corrado, mio marito, ha piantato e raccolto i suoi tesori: i peperoni piccanti.
Non è possibile consumarli tutti freschi, quindi, ho pensato di metterli in olio, come fa mia suocera Chicca.
Il procedimento è semplicissimo:
Prendere i peperoni, e con infinita pazienza, con l’aiuto di un paio di forbici, tagliare i peperoni a pezzetti.
Mettere una padella sul fuoco con 2 litri d’acqua, 1 bicchiere di aceto rosso, 1 bicchiere di zucchero, e uno di sale. (Queste sono le dosi di zucchero, sale e aceto per due litri d’acqua).
Quando l’acqua avrà preso a bollire, spegnere il fuoco, e versare l’acqua sui peperoni. Lasciare coperto per 24 ore.
Trascorso tale tempo, scolare i peperoni in uno scolapasta.
Trasferire i peperoni nei vasetti con uno o due pezzettini di aglio e qualche foglia di menta.
Aggiungere dell’ottimo olio di oliva extravergine, lasciare riposare una notte, e al mattino controllare che l’olio sia sempre oltre il livello dei peperoni. Eventualmente aggiungerne un goccio. Tappare e lasciare a riposo per almeno una settimana, dieci giorni.
Come si consumano?
Ottimi abbinati alla pasta, oppure alla carne. Attenzione se sono piccanti, andare cauti, e tenere qualche fetta di pane sempre pronta per spegnere eventuali incendi.