foto ok tagliolini prosciutto

Tagliolini al San Daniele Coradazzi

Oggi, per realizzare questa ricetta, mi sono recata con “tutti” gli ingredienti nella cucina di mia madre, in prosciuttificio. Appena arrivata mi accorgo però di aver dimenticato la farina e il burro. Supplico mio marito Corrado di portarmi gli ingredienti mancanti: lui esaudisce immediatamente le mie richieste.

Punto primo e unico: il prosciutto Coradazzi San Daniele, secondo la mia opinione, deve essere mangiato solo ed esclusiva menate crudo ed affettato al momento
Questa però è una ricetta di mia madre e quindi onore al merito, soprattutto per un ingrediente fondamentale: il codino finale del prosciutto. In buona sostanza, quello che non si riesce più ad affettare a macchina. Ottimo modo quindi per l’utilizzo di quello che viene normalmente considerato ‘scarto’, ma tale non è.

INGREDIENTI:

Gr. 500 Pasta all’uovo tipo chitarra,
Gr. 250 Prosciutto Coradazzi San Daniele,
Lt. 1,5 Brodo di carne, (anche di dado)
Gr. 50 Burro,
Gr. 50 Farina,
Gr. 1 Tuorlo d’uovo,
Gr.100 Parmigiano Reggiano.

PREPARAZIONE:

In una pentola capiente fare cuocere la pasta in abbondante acqua salata.
Nel frattempo, preparare con il burro e la farina una besciamella molto particolare.
Infatti, al posto del latte si andrà ad aggiungere il brodo. Quindi, diventerà una besciamella di brodo sufficientemente liquida che dovrà condire la pasta durante la cottura nel forno.
A fine cottura, a fuoco spento, unire il tuorlo d’uovo ed amalgamare bene il tutto.
Tagliare a listarelle il prosciutto crudo San Daniele Coradazzi.
Scolate la pasta dopo solo 5 minuti dal bollore.
Unire alla pasta scolata il prosciutto tagliato a listarelle, unire 80 gr. di Parmigiano grattugiato ed infine versarci sopra la besciamella.
Il composto dovrà essere sufficientemente liquido, prestare attenzione perché durante la cottura la pasta assorbirà il liquido necessario per cuocersi.
Mettere il tutto in una pirofila da forno, aggiungere sopra qualche fiocchetto di burro ed una spolverata di formaggio grattugiato.
Accendere il forno a 200° e far cuocere la pasta per 30 minuti.
Una volta sfornata la pasta lasciarla riposare qualche minuto in modo che non sia proprio bollente. Tagliare delle fettine sottili di prosciutto Coradazzi San Daniele.
Tagliare la pasta come fosse un pasticcio e posizionare una porzione di pasta sulle fettine di prosciutto. Avvolgete il prosciutto sulla pasta, se gradite aggiungete altre fette di prosciutto vicino, e buon appetito.

Si tratta di un piatto della ‘memoria, in onore alla mia mamma, ed in molti ristoranti di San Daniele, la versione proposta è proprio questa.

Teresa Coradazzi.